RESTAURO CHIESA DI BARBISANO

RESTAURO CHIESA DI BARBISANO

 

Luogo: Barbisano (Italia)

Cliente: Parrocchia di Barbisano

Incarico:

Anno: 2016

 

DESCRIZIONE

L’intervento realizzato riguarda i lavori di sostituzione del manto di copertura e di tinteggiatura esterna della Chiesa di Santa Caterina Vergine e Martire in Barbisano.

I lavori di manutenzione delle coperture hanno avuto inizio dalle coperture della navata e del coro e sono poi proseguiti sulle coperture inferiori. Si è quindi proceduto:

- alla verifica della struttura lignea, prestando particolare attenzione alle teste murate delle capriate;
- alla pulizia del sottotetto, rimuovendo il materiale di risulta lasciato da precedenti interventi di cui non si hanno informazioni in merito alla datazione;
- alla posa del doppio tavolato ligneo incrociato;
- alla realizzazione delle connessioni in acciaio del cordolo di sommità alle teste delle capriate;
- al controllo delle lattonerie ed in particolare alla manutenzione delle gronde: pulizia, sigillatura dei giunti, applicazione di protettivo sui supporti di sostegno;
- al tamponamento del cordolo in acciaio con sabbia e cemento;
- alla posa del telo impermeabile traspirante con sovrapposizione a freddo dei giunti;
- al rimontaggio del manto di copertura in coppi ancorati meccanicamente con ganci;
- al trattamento con impregnante all’acqua della travatura esistente.

Si è poi proseguito con la tinteggiatura della facciata principale

L’intervento di restauro conservativo della facciata principale della Chiesa ha avuto inizio con la rimozione della sporcizia e il lavaggio generalizzato di tutti gli elementi mediante getti d’acqua calda a bassa pressione. Successivamente sono state stese sugli elementi fortemente aggettanti delle spianate di calce per permettere il regolare deflusso delle acque meteoriche ed evitare ristagni d’acqua, è stata eseguita la pulitura a secco delle superfici tramite spazzolatura manuale e la verifica della consistenza del supporto che ha evidenziato problematiche di microcavillature.

Si è quindi proceduto all’applicazione in due mani a pennello di pittura a calce riempitiva con inerti minerali, composta da grassello di calce ad alto titolo d’idrato di calcio, sabbia carbonatica, additivi migliorativi della funzione reologica e oli specifici.
La tinteggiatura finale è stata realizzata utilizzando calce grassa ad alto titolo di idrato di calcio, opportunamente temperata con additivi nobilitanti, migliorativi della funzione reologica, colorata con terre naturali inorganiche resistenti agli U.V., posta in opera a pennello. Le tinte utilizzate sono state di colore giallo per le cornici, le modanature e le lesene e di colore rosato per il fondo.

Copyright ICOeng S.r.l. © 2016 - P.Iva 04441940261
Terms of use